L’Osservatorio Fedeltà dell’Università di Parma in collaborazione con l’azienda di marketing Comarch e il famoso servizio online “Pazzi per le offerte”, già nel 2015, aveva stilato i punti di forza del mobile loyalty marketing. Si tratta di un settore verso cui le più grandi aziende si stanno dirigendo. Come dice Francesca Borgato (Business Solution Manager di CMR) oggi i consumatori desiderano Informarsi sui prodotti, i servizi e gli eventi, vogliono ricevere offerte e promozioni rilevanti, essere premiati, gratificati ed ingaggiati. Quale migliore mezzo, se non quello del mobile, per restare sempre in contatto con l’azienda?

L’evoluzione tecnologica e la vendita dei più avanzati smartphone e tablet è in costante aumento e moltissime aziende stanno preferendo proprio questo canale per la fidelizzazione del cliente. Il sito “pazzi per le offerte”, uno dei più famosi raccoglitori di coupon, afferma infatti che il 68% dei clienti che utilizzano l’app non era minimamente interessato a quella azienda nei 12 mesi passati. Inoltre ben l’88% degli utilizzatori è fortemente interessato a ricevere sconti e offerte direttamente sul proprio dispositivo, magari attivando anche delle notifiche oltre alla classica mail.

Mobile Loyalty Marketing è diverso da Loyalty Marketing su mobile

La ricerca prosegue affermando che le aziende che stanno dando valore al mobile devono impiegare la stessa attenzione nella creazione degli strumenti o applicazioni. Questi tool devono infatti essere smart e facili da usare, sempre aggiornati con contenuti nuovi e a volte esclusivi. Importanti sono anche le integrazioni con i principali social e la possibilità di interagire e condividere con i propri amici le promozioni.

Al contrario di quanto si possa pensare il cliente si sente coccolato e gratificato se una notifica push lo premia in caso scelga una stazione di servizio piuttosto che un’altra, se l’applicazione della banca lo invita ad aggiornare il suo piano di investimenti, se quando entra in un centro commerciale una notifica lo informa di un’offerta speciale nel negozio di tecnologia o se nel giorno del suo compleanno il supermercato di fiducia lo omaggia con 100 punti per la sua raccolta.

Le applicazioni sono inoltre grandi raccoglitori di dati, abitudini e preferenze. Oltre a creare un rapporto diretto con il cliente permettono di stilarne il profilo e targettizzare successive campagne pubblicitarie.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *